martedì 21 gennaio 2014

LA VIUDA DE BLANCO (Stati Uniti 2006)





Ennesiamo produzione di TELEMUNDO, la storia de LA VIUDA DE BLANCO ci ripropone vecchie vicende ambientate in un contesto chiaramente americano che toglie molta credibilità al tutto. L'arrivo in paese della bellissima Alicia Guardiola, interpretata da Itati Cantoral, vedova Blanco, dopo anni di carcere con l'accusa di essere la mandante del rapimento e dell'omicidio del marito, Amador Blanco (Martin Karpan), è il motore che da inizio alla storia.

Lo scopo di Alicia è quello di recuperare i suoi figli, Felipe e Duval, due gemelli molto particolari, affidati alla nonna e amorevolmente allevati insieme ai suoi zii. Fondamentale nella sua vendetta, sarà l'incontro/scontro con il terribile Justino Briñón (Flavio Caballero), conosciuto come il vampiro per via della malattia che non gli permette di circolare alla luce del sole, ma che finirà per diventare come un padre per la donna, dandole tutto il sostegno di cui avrà bisogno, impegnato in una sua lotta personale contro doña Perfecta Albarrasin de Blanco.

L'amore tra Alicia e Sebastian (Francisco Gattorno), dopo un buon inizio, si trascinerà stancamente fino al ritorno sulla scena del presunto marito deceduto, Amador Blanco, forse la figura più complessa tra tutti i vari personaggi.

La cittadina americana di Key West, trasformata nel pueblo latino di  Trinidiad, difficilmente è in grado di trasmetterci l'aria tradizionalista e religiosa che renderebbe scandaloso l'amore tra due cognati. Le vicende si trascinano abbastanza lentamente, senza grandi emozioni, malgrado la buona chimica tra i due protagonisti. Non ci sono in realtà grandi pecche, ma allo stesso tempo non regala grandi emozioni. Prevedibile e lenta sono gli aggettivi più appropriati.

VOTO: 5/10

ALICIA E SEBASTIAN

FELIPE E DUVAL

JUSTINO

PERFECTA E ILUMINADA

HAYDEE BLANCO

DIMAS PANTOJA

VALERIA

AMADOR BLANCO

Nessun commento:

Posta un commento