martedì 28 gennaio 2014

SUPERNATURAL Stagione 3



La terza Stagione di SUPERNATURAL è la più breve di tutte, solo 16 episodi, visto che coincise con lo sciopero degli sceneggiatori che produsse diverse serie dimezzate.  La storia riprende dove l'avevamo lasciata. Dean e Sam si trovano alle prese con i vari demoni che hanno sprigionato aprendo la porta dell'inferno. E se prima erano ricercati dalla polizia e dai demoni, adesso si ritrovano ad avere conto anche la comunità di "cacciatori" che li vede come personaggi ambigui, sempre in bilico tra bene e male.
Certo Sam, anche se tutti i demoni che lo incontrano sembrano conoscerlo, è ancora il ragazzo puro e devoto che lotta per trovare un modo per salvare il fratello..Dean nel frattempo invece di essere preoccupato per la scadenza che ha la sua vita è allegro, euforico e cerca di godersi la vita al massimo. Sam gli rinfaccia il peso che gli ha messo sulle spalle, lo stesso che il padre aveva messo sulle sue, ma Dean gli dice che non gli importa, che sa di essere stato un egoista, ma che lo farebbe di nuovo perchè la vita per lui senza Sam non avrebbe avuto senso.


Man mano che avanziamo con gli episodi, Dean prenderà coscienza della terribile verità, ovvero che questo è il suo ultimo anno di vita e arriverà a sperare che Sam riesca in qualche modo a rompere il patto che ha stipulato per riaverlo indietro. La terza stagione segna la conoscenza anche di due figure femminili: Bela, una ladra di oggetti preziosi, affascinante e all'apparenza cinica che i due fratelli incontreranno più volte sul proprio cammino. Bela Talbot è in realtà un'altra vittima come Dean di un patto di sangue con il demone degli incroci che ha eliminato il patrigno che abusava di lei in cambio della sua anima. Anche per lei è l'ultimo anno, affrontato però con durezza, come la vita le ha insegnato. Sarà il suo non essere mai sincera, il non chiedere semplicemente l'aiuto ai due fratelli Winchester che la condanneranno inesorabilmente, anche se darà loro la chiave per arrivare alla vera identità del demone che ha il contratto di Dean.

Altro personaggio femminile che compare in questa stagione e che tornerà anche negli altri è Ruby, un demone che apparentemente vuole aiutare Sam a ingannare Lilith, ma la sua presenza è sempre ambigua e poco sincera, tanto che Dean non si fiderà mai completamente di lei.

Nella seconda puntata conosciamo anche un'ex di Dean, Lisa, che ha avuto un bambino, Ben, che assomiglia moltissimo al nostro cacciatore. Anche se in un primo momento siamo confusi sulla sua possibile paternità, alla fine Dean aiuta Lisa e suo figlio e va via, come al solito, anche se Lisa tornerà nei suoi sogni, come il desiderio di una vita che mai avrà. 

Alla fine Sam non riesce nel suo intento e alla scadenza prevista Dean muore.

Tra gli episodi più toccanti, segnaliamo:

La puntata numero 3, SCATOLE MALEDETTE che si presenta come"divertente e leggera" dopo i toni cupi degli episodi precedenti. Qui si ride fin dalla prima mitica scena in cui Sam e Dean arrivano nel covo dove si trova la zampa di coniglio. La sfortuna che li colpisce in un primo momento si ribalta nella fortuna successiva.  Si ride spesso anche per il nuovo personaggio introdotto, il cacciatore "illuminato", quello che Gordon manda sulle tracce di Sam convinto che il giovane Winchester incarni il male e come tale debba essere distrutto.
Tema pesante, ma qui messo sul ridere perchè il cacciatore prende la sfortuna di Sam come segno divino. 
Così anche rinchiuso da Dean in una camera d'albergo con il divieto di fare qualsiasi cosa (persino grattarsi il naso), Sam viene rintracciato e legato ad una sedia dai cacciatori sulle sue tracce.
Intanto Dean cerca di ritrovare Bela, la ladra, questo nuovo personaggio femminile. Sono un pò dubbiosa sulle donne che affiancano spesso Dean, mai una volta che si presenti una figura forte ma dolce, sempre donne pericolose e ambigue. Mi manca quasi Jo, che Dean non ha mai però veramente considerato e che è sparita nel corso della seconda stagione. Speriamo che torni.
L'episodio è divertente e allo stesso tempo ci restituisce un pò del rapporto iniziale tra Dean e Sam, con il fratello maggiore che cerca di prendersi cura del piccolo, con Sam stranamente tenero ed impacciato.


La puntata 7 LA NOTTE DEI VAMPIRI. Altra puntata intensa, con vari momenti da sottolineare e che ruota intorno al tema della vendetta che giunge fino al punto di far perdere qualsiasi cosa. Gordon odia i vampiri che hanno distrutto la sua famiglia fino al punto di perdere qualsiasi briciolo di umanità. L'avevamo già visto negli episodi precedenti dove il confine tra giustizia e vendetta, sebbene a volte sottile, era chiaro e visibile agli occhi dei Winchester, mentre Gordon lo aveva oltrepassato senza esitazione.  Adesso finisce con diventare il suo incubo peggiore.  La cacciatrice più famosa del mondo dei vampiri televisivi (Buffy) ammetteva in una puntata in cui le paure più profonde diventavano realtà, che il suo timore più grande era quello di trasformarsi in una delle terribili creature a cui dava la caccia.
E Gordon, proprio per il suo disprezzo smisurato, viene punito e convertito in un vampiro. Anche se questo non lo priva della sua perpetua ossessione: ovvero uccidere Sam.
Molti i momenti intensi:
- la scena in cui Dean e Sam litigano ferocemente ed il fratello piccolo rinfaccia a quello grande il fatto che sia terrorizzato dal destino che incombe su di lui e che questo suo comportamento scanzonato copre solo il suo terrore di morire. 
- la scena in cui Dean e Sam irrompono nel covo dei vampiri e trovano un Dixon disperato per aver perso tutti, uccisi da Gordon. E le parole di disperata solitudine che rivolge a Dean sono quasi uno specchio in cui il ragazzo si riflette. "Hai mai provato tutta questa disperazione sapendo che non hai più nessuno al mondo, che passerai il resto dell'eternità completamente solo?" E davanti ai nostri occhi si proietta l'immagine di un Dean disperato che piange davanti al corpo del fratello, quando ormai ha perso tutto e tutti. E sappiamo a cosa lo ha portato quella disperazione. 
- la scena terrificante in cui Sam uccide Gordon a mani nude!  E impressionante la violenza e la forza con cui lo fà, come credibilissimo lo smarrimento che si legge sulla sua faccia quando guarda le sue mani coperte di sangue. Padalecki qui è bravissimo a trasmetterci la confusione quasi fanciullesca di Sam che segue lo sguardo omicida della scena precedente. 
- La scena finale, in cui Dean, diviso tra il rassegnato e l'intimorito comincia a preparare Sam per quando non ci sarà più


La puntata 8 UN NATALE SOPRANNATURALE. Persino il Natale con le sue tradizioni non riesce a sfuggire all'artiglio di SUPERNATURAL ed uno spaventoso Babbo Natale  si cala dai camini per rapire alcune persone e trascinarle via.  Ovviamente questo richiama i Winchester in un clima natalizio, da provincia americana, con decorazioni ed aria di festa un pò ovunque. Eppure quello che colpisce in questo episodio sono soprattutto i flashback sulla storia dei due fratelli e tutta una serie di particolari che rende speciale questa serie: 
La tenerezza di Sam ancora bambino 
La durezza di Dean, ma allo stesso tempo il suo senso di protezione per Sam.. 
La stanza d'albergo in cui due bambini sono soli e cercano di farsi compagnia l'un l'altro, affrontando le loro paure ed i loro incubi.
Il discorso di Sam e Dean adulti sul Natale e sul fatto che il primo non voglia festeggiarlo e l'altro insista.
- Tutti gli anni non te n'è mai importato niente ed ora invece vorresti.
-Forse perchè è il mio ultimo anno.
- Ed è per questo che non ci riesco, Dean! Non posso far finta di niente, senza pensare che il prossimo Natale sarai morto! 
I regali che da bambini i due fratelli si scambiano: quelli rubati da Dean (una barbie ed una bacchetta magica che cerca di spacciare per regali del padre) e quello che Sammy aveva preparato per il padre (un ciondolo con un cavallo) che invece regala al fratello maggiore:
- Perchè papà mi ha mentito, mentre tu mi ha raccontato la verità.. 
Ciondolo che Dean ancora indossa, mentre (alla fine del caso) entra nella camera d'albergo e trova Sam che ha organizzato una serata natalizia...sapendo che probabilmente sarà l'ultima che vivranno insieme..
E l'emozione che si respira è assoluta e toccante.


La puntata 11 UN MARTEDI' INFERNALE. 
Altra puntata da ricordare.. Sorprendente, divertente, strappacuore! 
La prima morte di Dean, con il colpo di pistola che lo uccide a freddo e all'improvviso è "scioccante"  con Sam che lo culla tra le braccia e dice:
- Non adesso, non così! - perchè non si sente preparato a perderlo.
Per fortuna si risveglia con la sensazione di un terribile incubo, che pian piano scopre ripetersi in continuazione. E man mano che il ritmo va avanti le varie morti di Dean sono a tratti comiche e divertenti, quasi assurde, e Sam, anche se devastato ogni volta, assume un'aria sempre più esasperata. 
Ma il tono drammatico ritorna con l'ultima morte, quando finalmente riesce a superare l'impasse del martedì e a svegliarsi il giorno dopo. Pensa di essersi salvato dal incubo, ma Dean viene aggredito da un pazzo rapinatore che gli spara proprio davanti alla sua auto. La morte più realistica di tutte...Nessun spirito soprannaturale..E per questo assolutamente cruda. 
E qui vediamo, con un balzo temporale, quello che diventerà Sam senza Dean. 
Senza il fratello maggiore ad ammorbidire le situazioni, Sam si trasforma in un cacciatore accecato dalla vendetta, non interessato a niente e a nessuno se non a trovare il demone che ha provocato la morte di Dean. E nulla sembra fermarlo, nessuna pietà, al punto da uccidere persino Bobby.
- Lui è il tuo punto debole! - gli rivelerà il demone.
Ma io credo che sia anche il suo punto di forza.
Il volto di Sam al risveglio, quando scopre che è mercoledì e che Dean è ancora al suo fianco, dopo mesi vissuti senza di lui, è significativo.
- Non andrai da nessuna parte da solo! - dichiara e capiamo che Sam non lo lascerà andare via.


La puntata 12 LE LEGGI DELLA GUERRA.
Episodio entusiasmante che segna un prima ed un dopo e che pone fine alla persecuzione da parte del FBI dei due fratelli Winchester. Bela continua a presentarsi come un personaggio scomodo, affascinante, ma allo stesso tempo odioso che nons i preoccupa di vendere i due ragazzi che comunque combattono per il bene. Oggettivamente è una a cui non importa altro che se stessa ed il proprio bene. 
Tra le figure femminili che compaiono nell'episodio trovo molto più interessante quella di Nancy, la segretaria del comando di poliaiza, dolce, innocente, che suscita una strana tenerezza anche in Dean che rifiuta categoricamente il piano di Ruby di immolarla per salvarsi. 
Dean reputa che vincere una battaglia mettendo da parte la loro umanità equivale a perdere ed assolutamente siamo tutti daccordo con lui.
Sam invece sembra lasciarsi quasi tentare, ma come commentavo in un altro episodio la presenza di Dean è quello che lo rende umano. 
Geniale il piano di Dean con cui si libera di tutti i demoni contemporaneamente, anche se poi fa la sua apparizione la malefica Lilith, sebbene abbia questo aspetto angelico di bambina.
Episodio non scontato, intenso, pieno di azione, riflessivo.
Toccante anche il momento in cui Henrickson, prima di scoprire la vera natura del lavoro dei due, annuncia che saranno separati per sempre e che non si vedranno più. Basta solo uno sguardo che i due fratelli si lanciano che toccano il cuore dei telespettatori.


La puntata 16, l'ultima, NON C'E' PACE PER IL MALIGNO.
E alla fine il "terribile" momento è arrivato con tutto il suo carico di pena. L'ultimo giorno di vita di Dean, che comincia ad avere allucinazioni, ma cerca di non parlarne e di affrontare l'orrore da solo.
Sam è disperato, è pronto a tutto, anche ad accettare i consigli di Ruby e trasformarsi nel terribile rivale di Lilith pur di salvare Dean, ma questi non ha la minima intenzione di lasciarlo fare. Protettivo fino alla fine.
- Questa storia deve finire. Prima papà, poi io...Sempre pronti a sacrificarci,a fare il patto con il diavolo e guarda dove siamo.
Certo, Dean, tu non avresti accettato di lasciare andare Sam ed il povero Sammy non penso proprio che rimarrà con le braccia incrociate.
Toccanti tanti momenti:
- Dean e Sam che stanno per partire senza Bobby (altro grande persoanggio ) che li raggiunge e gli ricorda che la famiglia non finisce con il sangue e lui non li abbandonerà;
- Dean che comincia ad avere allucinazioni che indicano che l'inferno è vicino. 
- la scena in macchina dove Dean rifiuta un discorso d'addio e dice a Sam che vuole passare le ultime ore in maniera diversa ed i due cantano a squarcia gola WANTED DEAD OR ALIVE di Bon Jovi, anche se sul finale il volto di Dean si oscura .. Che attore!!!!! E' come al solito sempre all'altezza delle situazioni.
- la scena in cui Sam entra nella camera da letto per uccidere Lilith e vede questa bambina dall'aria angelica dormire accanto alla madre. Sul suo volto si legge la confusione, lo smarrimento, non sa come ucciderla, mentre la madre terrorizzata grida: "Do it! Do it!" 
- La scena della morte di Dean: terribile, atroce, violenta quasi più di quella di Sam, con il corpo del ragazzo massacrato e sanguinante e la disperazione assoluta, infinita di Sam che piange come un bambino.


VOTO: 9

FRASI TRATTE DALLA STAGIONE 3


Episodio 1, I magnifici Sette

  • Sam: Dammi il tuo coltello. Dean: Perché? Sam: Lo voglio usare per cavarmi gli occhi.
  • Bobby: Ma come diavolo fai a mangiare cheesburger e bacon a colazione? Dean: Be', ora ho venduto l'anima e mi resta solo un anno, il colesterolo non è un problema.

(***)


Episodio 3, Scatole maledette

 Bela: Essere un cacciatore è forse più nobile? Un gruppo di sociopatici che cercano di salvare un mondo che non può essere salvato.
Dean: Ah, non sei proprio ottimista.
Bela: Andremo tutti all'Inferno tantovale godersi il viaggio.
Dean: Ah su questo ti do ragione.

 (***)

Episodio 6, La nave fantasma

 Sam: Come dormi la notte?
Bela: Tra lenzuola di seta, rotolandomi nuda nei soldi.

 

 Dean: La prossima volta rendimi partecipe dei tuoi piani.  

Bela: Non volevo che pensassi. In quello non sei molto bravo. 

 Dean: ...  

Bela: Oh guarda, stai cercando una risposta sagace. 

 Dean: Fottiti.  

Bela: Molto raffinato.

(***)

 

Episodio 7, La notte dei vampiri

  • Io ti conosco! È tutta la vita che viviamo insieme, ti osservo da quando avevo quattro anni, Dean. Perché volevo assomigliare al mio fratello maggiore, quindi sì, io ti conosco. E meglio di chiunque altro al mondo. (Sam)

(***)

 

 

Episodio 16, Non c'è pace per il maligno

La famiglia non è solo appartenenza di sangue. (Bobby)

 Sam: Che vuoi che faccia, allora?
Dean: Continua a lottare e abbi cura della mia macchina.

 

IMMAGINI DELLA TERZA STAGIONE

 












 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento