domenica 29 gennaio 2023

FLIGHT OF LIVE di Sarah Rivera


 Oggi vi segnalo l'uscita dell'imperdibile ultimo romanzo della bravissima Sarah Rivera, FLIGHT OF LOVE. Non perdetevi l'occasione! Di seguito tutti i dettagli:


 

Scheda Tecnica

FLIGHT OF LOVE #1 DEEJAY Series

Autrice: Sarah Rivera

Editore: Self publishing

Data di uscita: 30 gennaio 2023

Genere: Contemporary Romance, Music romance

Autoconclusivo sì

Serie sì

POV alternato, narrazione in prima persona

Numero pagine 400 circa

Formati: Ebook e Cartaceo con copertina flessibile

Prezzo: 2,69 € ebook

Per il cartaceo il prezzo potrà variare in base ai costi di stampa 

e verrà fissato al momento della pubblicazione

Progetto grafico: VM graphic design by Valentina Modica

LINK D'ACQUISTO: https://www.amazon.it/dp/B0BTB8BXYS




QUARTA DI COPERTINA:

"Non siamo monadi destinate alla solitudine,

ma un universo di stelle collegate da fili immaginari

chiamati relazioni."


Rebecca è una deejay di successo, quando lavora è solare, spigliata, piena di vita, ma quando lascia la sua consolle una barriera invisibile la divide dal resto del mondo. La sua personalità è completamente opposta alla libertà che esprime quando suona. Le sue ansie e paure le hanno sempre impedito di vivere una vita normale e di avere un rapporto d'amore.

Sarà possibile per lei trovare un equilibrio? Sarà possibile per lei raggiungere la tanto agognata "normalità"? E soprattutto, a che prezzo?


Stefano è un brillante ingegnere, la genialità è la chiave del suo successo. Ma la fama è sinonimo di felicità? Stefano si ritrova a vivere una vita tanto vuota quanto è ricco il suo involucro.

Riuscirà ad aprirsi di nuovo dopo esperienze negative che lo hanno segnato duramente?

E cosa accadrà quando si troverà a desiderare qualcosa che non può avere?

L'amore può far paura?


Sarà possibile per Stefano e Rebecca capirsi e spiccare finalmente il loro volo d'amore?



BIOGRAFIA AUTRICE:

Sarah nasce in una città di mare a cui è molto legata in un giorno di primavera. Nella vita è un matematico, ma questo lato razionale non è l’unico che l’ha portata avanti, e non nasconde che non l’ha mai appagata completamente. Coltiva da sempre un amore per la letteratura e la lettura, e in particolare per i romanzi rosa, infatti le piace dire che un tempo era “Harmony dipendente”. La scrittura le ha fatto compagnia in momenti molto difficili e di forte sconforto, da cui può affermare di essere uscita più forte di prima. 


lunedì 23 gennaio 2023

COVER REVEAL

 Oggi vi segnalo la bellissima cover del nuovo romanzo di Sarah Rivera, FLIGHT OF LOVE, che presto sarà disponibile per tutti voi! Non perdetevelo.



domenica 1 gennaio 2023

QUANDO ACCADRÀ, DILLO ALLE API di Diana Gabaldon

 


Come scrivere una recensione di un volume così tanto atteso e desiderato? Pur avendolo comprato appena uscito, ho impiegato un bel po' per leggerlo, frenata da vicende personali che hanno in qualche modo rallentato questo viaggio. O forse, nella mia lentezza, c'è stato, inconsciamente, il piacere di tenere con me personaggi che ormai, giunti al nono volume, sono diventati assolutamente familiari e che hanno reso un libro di più di mille pagine stranamente leggero e piuttosto scorrevole.


 

Ho letto pareri contrastanti e trovato anche lettrici deluse, ma ho difficoltà a capire la loro delusione arrivati a questo punto di questo viaggio, in quanto ci sono tutti gli elementi di forza di questa autrice. La Gabaldon è una scrittrice minuziosa che fa della ricerca storia, della ricostruzione del quotidiano, una forma indiscussa d'arte letteraria. Ci si immerge così profondamente nella realtà che ci descrive che sembra davvero di essere precipitati, come Claire, attraverso le pietre e di aver fatto un viaggio indietro dove il quotidiano ha il suo ritmo, ma è sicuramente una forma di costruzione che, arrivati a questo punto, sappiamo ci condurrà da qualche parte.


 

Non ci sorprende quindi il ritmo della storia, quel suo ricostruire, in maniera attenta, tutti i particolari della vita al Fraser's Ridge, dei racconti delle vite dei vari personaggi, i viaggi di andata e di ritorno, le storie che si sviluppano magicamente davanti ai nostri occhi, costruendo un vero e proprio mondo, una comunità dove Claire e Jamie continuano a essere una sorta di stella polare.


 

La trama de romanzo, senza spoilerare, ci presenta la coppia, quanto mai affiatata, che vive con gioia il ritorno di Bree e di Roger, che sono fuggiti del Ventesimo secolo, inseguiti da alcuni malintenzionati che sanno della loro capacità di viaggiare attraverso il tempo. Basta poco che sembra che non se ne siano mai andati e mentre Roger riprende il suo progetto di diventare pastore, Bree approfitta di un viaggio di lavoro (la richiesta di fare un ritratto) per rivedere William e approfondire i legami di famiglia.


 

Anche Ian parte per fare chiarezza sul suo passato, seguendo il suo percorso che lo ricondurrà al Ridge in qualche modo più completo di prima, ma i venti della guerra continuano a soffiare e anche sulle montagne si comincia a respirare un'aria turbolenta che indurrà la nostra mitica coppia ad affrontare, nuovamente, i mille pericoli che questo sempre comporta.


 

Senza dirvi troppo, bisogna dire che la Gabaldon riesce a mantenere le fila di un racconto fiume, con una marea di personaggi e di situazioni, che sul finale vanno verso una conclusione meritata e commovente, pur lasciando una serie di porte aperte che, inevitabilmente, ci porteranno ad aspettare ancora con trepidazione anche il decimo libro, chiedendoci se sarà davvero quello conclusivo.


 

Pur avendo inevitabilmente dei momenti di lentezza narrativa, la storia resta corposa, intensa, viva ed emozionante. Se devo trovare però una pecca, onestamente devo dire che la traduzione non mi ha convinta. Ci sono troppi errori, costruzioni discutibili, e una mancanza di cura che nell'edizioni precedenti non avevo notato. Peccato perché il romanzo merita decisamente un trattamento migliore da parte degli editori, pur avendo apprezzato la scelta di pubblicarlo come un unico volume, che dobbiamo alla Mondatori e che Corbaccio, invece, non aveva mai fatto. Era una forma di mancanza di rispetto nei confronti dell'autrice e anche dei lettori, lasciati in sospeso per mesi prima di poter terminare un viaggio come questo, che, innegabilmente, deve essere fatto tutto d'un fiato. 


 

Nel complesso, comunque, resta un libro che assolutamente consiglio a tutti quelli che, come me, amano questa saga e che la stanno seguendo fin dal principio.

domenica 30 ottobre 2022

OUTLANDER: 6X4 - Hour of Wolf

 


Mai come per questa stagione, che è anche piuttosto breve, sono andata così lenta nella visione e onestamente non so dirvi se è dipeso dai mille impegni che hanno travolto la mia vita o per un fatto implicito nella costruzione della tensione, anche perché, avendo letto i libri, so che ancora tante cose devono succedere.


 

Fatto sta, tra una pausa e un'altra, eccomi a commentare, con mesi di distanza il quarto episodio. Certamente non la condizione ideale per farlo, in quanto credo che questa storia debba essere vista tutta d'un fiato. Eppure basta paso per immergersi nuovamente nelle atmosfere del Ridge e nel lasciarsi trascinare via dalla vita dei protagonisti.


 

Questa puntata è basata soprattutto sul giovane Ian e Jamie, pur presente come un punto di riferimento essenziale, è più da spalla per il nipote che in un ruolo da protagonista, nonostante riesca comunque a parlare con il capo degli indiani e a dargli delle informazioni importanti che riguardano il suo popolo.


 

L'occasione di affiancare suo zio Jamie nel viaggio presso gli indiani offrirà a Ian l'opportunità di guardare indietro e di fare pace con il suo passato, svelando ai telespettatori e alla sua famiglia la dolorosa storia del suo inserimento nell'accampamento dove Jamie era stato costretto a lasciarlo in cambio di Roger.


 

Il ricordo del rapporto d'amicizia e fratellanza, ma anche la scoperta dell'amore, del dolore e del tradimento, ci offrirà un quadro ancora più ricco su questo personaggio che è cresciuto davanti ai nostri occhi e che abbiamo imparato ad amare profondamente.


 

Se da un lato viviamo gli episodi legati al mondo degli indiani e Jamie si ritrova a fare i conti con delle scelte che a breve dovrà fare, sul fronte del Ridge assistiamo agli esperimenti di Claire con l'etere e al coinvolgimento della piccola Malva Christie, che, con un'aria sempre piuttosto peccaminosa e sfuggente, potrebbe presto rivelarsi un grosso problema per la nostra coppia di eroi.


 

Anche se separati, il legame tra Claire e Jamie che aprono e chiudono l'episodio è il collante che tiene unito tutto il Ridge, mentre ci separiamo anche da Fergus (almeno al momento), dopo che Jamie aveva salvato anche quest'altro figlio acquisito. 


 

Anche se, come ho detto, erano mesi che avevo lasciato da parte questa storia, basta poco per rivivere tutto e ritrovare quelle atmosfere particolari che hanno saputo creare una realtà così definita da sembrare decisamente reale, come solo i grandi racconti sanno fare.


 

Anche se questa stagione è più breve delle altre, sono sicura che una svolta arriverà a breve. Spero di recuperare anche gli altri episodi.

sabato 22 ottobre 2022

UNICA CHANCE di Marianna Vidal


Che cosa succederebbe se la vita vi servisse su un piatto d'argento l'occasione irrinunciabile di incontrare l'uomo più sexy del pianeta? Quante di noi, davanti a una foto, non hanno fantasticato e si sono lasciate trascinare via da pensieri inconfessabili? Ebbene Marianna Vidal dà una possibilità a tutte noi di vivere in qualche modo il sogno proibito, anche se poi, spesso, più che Aurora, ci ritroviamo più nella pelle di Iole, ma questa è una mia modesta opinione. Leggere per credere!


 

La storia di UNICA CHANCE, il nuovo appassionante romanzo di Marianna Vidal, nasce da una fantasia che si mescola con tutti quegli ingredienti che rendono avvincenti i libri di questa scrittrice. Abbiamo un'eroina che suscita in noi simpatia e che è facile capire in alcune sue scelte, anche quelle che, in linea di principio, dovremmo disapprovare.


 

Ma Nathan Del Vecchio, il nuovo fascinoso protagonista creato dalla sua penna, arrivato ad arricchire la sua galleria di personaggi maschili indimenticabili, è davvero il sogno proibito di molte donne, indipendentemente dall'età, che sognano di incontrarlo, conoscerlo, conquistarlo. Non a caso proprio il suo fascino gli ha permesso di consolidare la sua carriera in un settore dove ormai viene considerato un'icona.


 

Il caso, o forse dovrei dire un'occasione propizia, farà sì che Nathan possa avvicinare Aurora e concederle un'occasione e lei che, pur segretamente ammirandolo, non aveva mai confessato a se stessa di morire per lui come tutte le altre, ha l'occasione di conoscere un uomo che incarna tutti i suoi sogni, tutto quello che stava cercando e a questo punto, decisa a fargli cambiare idea sulla loro storia, sui problemi di differenza d'età e su strani pregiudizi, si giocherà tutte le sue carte.


 

E a Nathan, che già si era sentito in qualche modo colpito da quella giovane dall'aria genuina, bellissima e allo stesso tempo proibita, non resterà che lottare anche contro se stesso, il suo corpo e i suoi principi che vorrebbero trascinarlo verso un passo che crede sbagliato, ma che potrebbe rivelarsi l'ultimo treno per la felicità. Riuscirà a farsi persuadere? E Aurora sarà davvero così come sembra o indosserà solo una maschera?


 

Non voglio svelarvi troppo della trama togliendovi il gusto di scoprirla da sole, ma è innegabile che ancora una volta la Vidal sappia giocare con le varie sfumature del romance, mescolando romanticismo, una buona dose d'erotismo, e i sogni e desideri di tutte le lettrici che cercando una storia appassionante che possa farci volare via dalla realtà quotidiana, pur non andando troppo lontano dalla passibilità che davvero, in questa vita, tutto possa succedere.


 

Consiglio la lettura di questo romanzo a tutte quelle che conoscono e amano quest'autrice, in quando la storia di Nathan e Aurora non le deluderà, ma anche a quelle che non hanno ancora letto nulla di lei, ma che amano le storia appassionanti e moderne. Non se ne pentiranno! Leggere per credere!



domenica 25 settembre 2022

SALVE JORGE: Un gioco pericoloso (127-132)



 Mentre le varie vicende di Morena ci portano in Cappadocia, con la ragazza sorvegliata a vista dall'uomo di Helo, ma minacciata dalla presenza di Wanda nello stesso paesino, assistiamo, sempre sul fronte orientale all'arrivo di Theo a Istanbul per affrontare un torneo internazionale che lo contrappone al suo rivale di sempre, sostenuto da Livia Marini.

 

L'intreccio ci svela che la donna è decisamente presa dal bel capitano, per la prima volta nella sua vita e la situazione è decisamente nuova, visto che il suo è un personaggio sempre controllato, dominato dal raziocinio, dove anche il sesso è in funzione dei suoi interessi.


 

Con Theo, lo scontro di personalità è evidente e la donna se ne sente attratta contro ogni logica. Vorrebbe tenerlo distante e allo stesso tempo circuirlo e Theo, convinto che lei sappia molto di più di quello che dice sulla scomparsa di Morena, decide di approfittarne.


 

Livia si trasforma nelle sue mani in una donna avventata e imprudente, mentre si abbandona alla passione, tanto che il capitano, un giorno, rovistando tra le sue cose, scopre che nella borsa lei porta sempre una siringa. Il pensiero di Jessica lo sfiora, ma non avendo tutti gli indizi che potrebbero collegarlo, non capisce la portata di quella scoperta.


 

Intanto Morena dà alla luce in una grotta, durante un temporale, una bambina che decide di chiamare Jessica, come l'amica perduta per sempre.


 

E mentre Bianca decide di istallarsi nel paesino di Zyah, avendo capito di amarlo come non ha mai amato gli altri uomini della sua vita, l'affascinante guida cerca di nascondere il suo turbamento alla gelosissima moglie. Ci riuscirà? Siamo nell'ultima parte. Mancheranno una trentina di puntate, ma ancora tanti nodi si devono sciogliere. Speriamo in una risoluzione felice degli eventi.

SALVE JORGE: Il ritorno di Morena (118-127)

 


A questo punto della storia, con Theo che si è rimesso per la centesima volta con Erica, che non riesce proprio a liberarsi di quest'amore a metà, e con le varie dinamiche dei singoli nuclei che proseguono, sembra quasi che Morena sia scomparsa nel nulla. A cercare di capire cosa sia successo c'è solo sua madre Lucimar e il capitano Helo, che vogliono scoprire la verità su Wanda e il traffico di donne e bambini.


 

Helo, anche se ci diverte con la sua storia tira e molla con l'ex marito, interessa soprattutto per le indagini che porta avanti con dedizione. Il misterioso Fake che le scrive da mesi dalla Turchia si sta rivelando prezioso per ricostruire la verità sul traffico umano, fino a quando una sera una ragazza, Walenska, non la chiama da un cellulare che le è arrivato senza sapere come e che conteneva il suo numero.


 

In realtà è stata Morena, grazie alla complicità di Demir, a farglielo recapitare a Walenska, che riesce solo a dirle che è una ragazza che lavorava in una discoteca di Rio a cui era stata fatta una proposta lavorativa all'estero e che poi si era ritrovata nel traffico di donne gestito dal Russo, da Wanda e da una misteriosa donna a capo di tutto.


 

Helo è pronta a tutto pur di smascherare i colpevoli e il vero e proprio colpo di scena arriva quando, mentre hanno organizzato nella chiesa di San Giorgio una messa per l'anima di Morena, il Fake finalmente si svela alla donna, rivelandole che si tratta proprio della ragazza.


 

Morena racconta tutta a Helo su quello che ha subito, sulla sua morte e su come ora abbia trovato rifugio in Cappadocia. Helo le promette di aiutarla rivelandole che a breve sarà proprio a Istanbul e le chiede nel frattempo di non raccontare a nessuno che è ancora viva.


 

E mentre Zyah la segue per proteggerla, non fidandosi di un uomo misterioso che Helo ha mandato per prenderla e riportarla a Istanbul, nel frattempo seguiamo le emozioni di tutti quelli che hanno voluto bene a Morena e che la ricordano in una messa in sua memoria, senza sapere che lei è viva e vegeta e spera solo di poter salvare le altre ragazze abbandonate al loro destino.