domenica 14 ottobre 2018

Frasi tratte da TANGO ALLA FINE DEL MONDO






Si sporse fino a schiacciare una guancia contro le sbarre. Intravide il mare, pensò al padre.Lui contemplò la schiuma biancoazzurra sollevata dalle eliche. Si guardarono senza saperlo attraverso milioni di onde.

***


Ammirò la bellezza oscena della baia. Gli sembrò nuda ed arresa. Palermo era un'infinita Diana a gambe aperte con il mare che le veniva dentro.


***


L'aria sapeva di tabacco e di liquore alla rosa, tutti si attendevano solo di rincasare sulle gambe malferme, per cadere in pasto ai sogni.


***

La destra di Michele scivolò lungo la sua schiena. La sentì fremere al tocco come una chitarra al primo accordo. si fronteggiarono in un duello di sguardi. Il corpo di Michele la rifiutò, quello di lei lo attrasse, intrecciarono le dita e indietreggiarono di un passo. Disegnarono con i piedi la complessa geometri di un amore.
***
I loro corpi si stritolarono in un abbraccio di amore feroce, quello di chi è in ritardo sulla vita. Si baciarono come i clandestini, i poeti e gli uccelli. Sembravano beccarsi reciprocamente alla scoperte del tesoro nascosto nella bocca dell'altro, con l'insaziabilità degli amori nati senza preavviso, svincolati da ogni giudizioso ragionamento.


***


L'adesione assoluta tra un uomo e una donna genera un incendio che incenerisce chiunque ostacoli la traiettoria di due grandi amanti.


***


«Quando la vita ci fa troppo male, a volte si scusa con un miracolo.»


***


Sapevano che la felicità non si presenta mai due volte nello stesso modo e diluirla o risparmiarla è impossibile. La consumarono tutta. Vissero e furono vissuti dalla pampa argentina.

***


Il dolore è una voliera dove restano intrappolati magnifici uccelli multicolori: l'amore rifiutato, il viso scomparso di una persona cara, le speranze perdute.


***


Assaporò il miele amaro distillato dall'assenza materna. Definitivamente espulsa dal suo grembo si ritrovò intrappolata fra la vita e la morte, in apnea, nell'attimo che precede il primo, vero respiro: quello adulto in cui la vita si sceglie.

***


"I figli non si lasciano a terra" era vero e ingiusto esattamente come l'aver forzato Caterina a seguirlo a Buenos Aires. Conchiglia trafugata al mare delle Femmine, nel Nuovo Mondo aveva smarrito tutti i suoi magnifici colori, fino a perdere la vita.

***



Anche questo era Argentina. Ricchezze immense concentrate nelle tasche di pochi, amore e disprezzo, saccheggi, banche d'affari e conventillos per disperati in cerca di fortuna. La chitarra e il pugnale.

***
Non era cambiato niente e mai niente sarebbe cambiato, né in lui né in Sicilia.

TANGO ALLA FINE DEL MONDO di Diego Cugia



Avevo proprio bisogno di un libro come questo, dopo una sequela di volumi noiosi, tutti uguali, nel quale ero precipitata alla ricerca di qualche storia "sentimentale", che potesse in qualche modo varcare i confini del romanzo rosa classico. Qualcuno avrebbe da obiettare che il libro di Cugia non è un romanzo rosa, ma in realtà poco conta la suddivisione di genere, o la ghettizzazione di una storia che deve, per forza di cose, essere rinchiusa in un'unica categoria. 


La trama di TANGO ALLA FINE DEL MONDO ha in sé mille elementi che possono offrire ai propri lettori tutto quello che è necessario per stupire, commuovere, appassionare. In qualche modo sono di parte, questo lo devo ammettere, perché Diego Cugia è un autore al quale mi sento legata in modo particolare, dai tempi dell'università e di una fase della mia vita in cui una voce alla radio riusciva a darmi un respiro più ampio sul mondo e sulla vita. Questo però non mi ha reso cieca ed ero pronta a criticare, qualora non avesse ritrovato uno scrittore che ho amato, capace con poche battute calzanti di squarciare un velo sulla realtà e di farti andare oltre.


Di amore in TANGO ALLA FINE DEL MONDO il romanzo ne è pieno, ma è anche ricco di figure dai colori diversi, oscuri o luminosi, che arricchiscono un quadro di una società in trasformazione, di un Italia diversa e allo stesso tempo ancora simile a quella di oggi.


Le vicende iniziano in Sicilia, nel 1894, a Palermo, dove Michele Maggio e la sua famiglia vengono condannati per aver partecipato ad una manifestazione contro le tasse. Privati di quello che di fatto è stato una sorta di paradiso felice, il loro podere a Isola delle Femmine, rimasti senza nulla, finiscono per credere nella promessa di un altro eden da scoprire, decantato da Don Tano Calò, uno spietato agente marittimo, che vende false speranze, arricchendo il suo portafoglio.


La prospettiva di comprare una piccola fazenda in Argentina, dove molti italiani emigrano per sfuggire alla miseria, induce Michele ad abbandonare tutto in cambio di quattro biglietti per Buenos Aires, fornitigli da Don Tano, ma il giorno della partenza ne manca uno, quello di Diana, la figlia che lui più ama, quella che gli somiglia e che sembra anche quella più forte, in grado di sopportare il distacco. Così Michele decide di lasciarla sul porto, convinto di poterla far viaggiare non appena arriverà nella terra promessa, chiedendo a Don Tano di accompagnarla da una vecchia zia vedova che possa prendersi cura di lei.


Michele, ingenuamente, finisce per cedere la sua figlia preferita al suo aguzzino, in quanto Tano non ha desiderato altro che mettere le mani su Diana fin dal giorno della manifestazione in cui l'ha vista con suo padre e sua sorella Olivia. Finita in un vero inferno, costretta a vivere in schiavitù, nello sgabuzzino di casa di Tano, Diana dovrà affrontare un vero calvario nel quale la sua forza verrà messa alla prova, trasformandola pian piano da vittima in carnefice, in un capovolgimento di ruoli che non può non ricordare la sposa de IL MERCANTE DI FIORI, sempre di Cugia.


Ma il paradiso promesso si rivela perduto, appena messo piede sul suolo sognato e adorato. Una palude inutile è tutto quello che Michele scopre di aver comprato, ma la determinazione di affermarsi e di poter ricongiungersi alla figlia lo indurranno a lavorare duro durante il giorno, mentre la notte i tormenti e la sofferenza, condivisa con gli altri immigrati, li porteranno a inventare un ballo unico, pieno di disperazione e sentimento, quel tango destinato ad imporsi nel mondo intero.


Un giorno, per caso, Michele al porto salva la vita di un ricco proprietario terriero, Don Manuel, che come segno di riconoscenza gli da un lavoro nella sua impresa di macellazione di carne. Sarà la svolta, anche se, nel frattempo, nella vita di Michele si affaccerà un amore proibito che rischierà di compromettere tutta la sua vita.


Il romanzo racconta con una scrittura poetica, intensa, fondamentalmente due percorsi, quello di Michele e quello di sua figlia Diana, nel tentativo di ritrovarsi, che li porterà a scontrarsi e farsi del male, su uno sfondo ricco di figure tormentate e affascinanti, come quella di Blanca, la moglie di Don Manuel, di cui Michele s'innamora, sottratta ad un passato di violenza, rimasta pura ed incontaminata come un fiore, o Olivia, la sorella apparentemente più fragile, che si rivela generosa, intensa, dotata di una forza che si nasconde dietro la quiete, pronta a qualsiasi sacrificio pur di aiutare la sorella e ingiustamente punita dalla vita. Ma tra tutte le figure spicca indubbiamente quella di Don Tano, il cosiddetto cattivo della trama, personaggio spregevole, oscuro, capace di qualsiasi bassezza, ma allo stesso tempo rappresentato da Cugia con pennellate di tenerezza, soprattutto quando scopre di amare per la prima volta, proprio l'oggetto delle sue vessazioni. Figura potente, che domina il romanzo dall'inizio alla fine e al quale l'autore non sembra voler rinunciare neanche sul finale, lasciandosi una porta aperta per il futuro.


FRASI TRATTE DAL ROMANZO



domenica 7 ottobre 2018

OUTLANDER 4 - Nuove foto



Siamo ormai ad un passo dall'inizio della quarta stagione e come ogni anno, la rivista Entertainment Weekly ha diffuso online una serie di immagini di un servizio fotografico dove i nostri eroi posano più affascinanti che mai, mentre alcune foto di scena hanno accompagnato la proiezione della nuova sigla, già presentata in anteprima.


Claire ormai sembra una signora fascinosa, inserita nel contesto del nuovo mondo, con accanto il bellissimo marito. La loro vita in America non si presenterà priva di problemi, ma senza non saremmo difronte alla nostra intrepida coppia, alle prese con la conquista del nuovo mondo.


Immagini anche del Giovane Ian, con il suo nuovo compagno.


Roger e Bree finalmente avranno una storia tutta loro non legata solo a Claire e Jamie.






Nuove sorprese e molta azione.

HOLLYWOOD, MI AMOR di Marianna Vidal


Il nuovo libro di Marianna Vidal, HOLLYWOOD, MI AMOR, ci riconduce per mano in quello che è l'ambiente ideale di questa giovane autrice, ovvero quel mondo latino con cui tutto è cominciato con VIENI VIA CON ME. La famiglia Alvarez, a cui erano dedicati i volumi precedenti, è ancora presente, in questo nuovo volume, anche se in modo marginale. Il vero protagonista è Rafael Canoa, che avevamo già incontrato, al fianco di Monica, in UNO SCAPOLO DA SPOSARE.


Rafael è un personaggio lontano dai complessi esistenziali e da rancori, come lo era il cugino Clark, o dalla paura di amare come Luis. Lo abbiamo conosciuto come il finto fidanzato di Monica che, nel tentativo di smentire le voci sulla sua omosessualità, aveva cominciato a corteggiarla, anche se pian piano era emerso il suo desiderio di mettere su famiglia, con una donna calorosa, che potesse essere la sua compagna, e la madre dei suoi figli.


Quando il romanzo inizia, Rafael ha lasciato il Messico, dove viene considerato una vera e propria star, per cercare di coronare quello che è il sogno di tutti gli attori latini, ovvero quello di sfondare ad Hollywood. Le cose però non sembrano andare per il verso giusto e le proposte non fioccano, fino a quando il suo manager non gli procura un appuntamento di lavoro con la figlia di un potente produttore hollywoodiano, Jessica Miller, a capo di una delle case di produzione del padre. 


Rafael si reca all'appuntamento senza aver ricevuto grandi informazioni sul ruolo che dovrebbe interpretare, né sul tipo di prodotti sfornati dalla casa di produzione, malgrado qualcosa di strano noti fin dal principio, come uomini e donne discinti che si aggirano per i corridoi.


Quando Jessica Miller, la bellissima ed algida figlia del produttore hollywoodiano compare, è subito scontro tra i due, con un fraintendimento, poi chiarito, decisamente esilarante, perché la "Sensual Productions" è infatti una casa di produzione di film erotici che vorrebbe scritturarlo per sfruttare il suo ben noto fascino latino. Rafael è indignato e non ci pensa proprio ad accettare, anche se Jessica è una donna bellissima che, malgrado la facciata gelida, riesce ad esercitare su di lui un notevole potere d'attrazione.


Sarà il padre della ragazza, intenzionato a scuoterla e a costringerla a capire che la sensualità ed il sesso non sono per niente qualcosa di sporco e da condannare, come lei fondamentalmente crede per via di una serie di infelici vicende del passato.


Con i suoi soliti modi spiccioli, Adam Miller lo convoca con una proposta a cui non potrà rinunciare, anche se lo trascinerà in un vero e proprio dramma morale, perché sedurre una ragazza per poter ottenere il ruolo di protagonista in una mega produzione hollywoodiana non è certo quello che Rafael sognava per poter trionfare nel cinema americano. Inoltre Jessica è davvero una donna speciale, di cui è facile innamorarsi, e man mano che lui riesce a vincere le sue reticenze e le sue paure, più lui si rende conto che le sta donando una parte di sé. A questo punto la scelta non può che essere una, coerente con un personaggio romantico come quello di Rafael.


Tra Hollywood e Messico, tra due mondi in contrasto, che cercano punti di equilibrio, si snoda il nuovo romanzo di Marianna Vidal, che gioca sui contrasti tra la visione che gli americani hanno del mondo latino, e quello che in realtà sono, tra l'attrazione e l'amore, tra le insicurezze e le certezze di un amore con venature decisamente romantiche.


In un contesto pieno di personaggi, vecchi e nuovi, la storia di Rafael e Jessica è adatta soprattutto a lettori che cercano una storia romantica con protagonisti in contrapposizione. Rafael è dolce, romantico, per niente complessato, tutto l'opposto della fredda e algida Jessica, che solo pian piano riuscirà a liberarsi delle sue mille reticenze per scoprire che l'amore vale sempre la pena.


Romanzo scorrevole, divertente che aggiunge una nuova sfumatura al quadro di un'autrice come Marianna Vidal. 

domenica 30 settembre 2018

L'ORA DELLA VERITA' di Maya Banks



Mi sono imbattuta nel romanzo L'ORA DELLA VERITA' per puro caso, mentre cercavo disperatamente un "romance" che in qualche modo mescolasse anche qualche elemento di suspense che rendesse meno noiosa la combinazione. Volevo una penna diversa, un romanzo che sapesse parlare d'amore in modo diverso. La Banks mi è comparsa in un elenco di scrittrici di romance suspense e, data l'esperienza felice con altre penne, mi sono detta che potevo tentare e, pur presentando delle evidenti pecche, alla fine l'esperienza non è del tutto da bocciare.


La storia racconta delle vicende dei membri della KGI, un'agenzia privata di sicurezza di cui fanno parte soprattutto i fratelli Kelly, tutti omaccioni con un passato di soldati, che hanno messo a disposizione le loro capacità per riscattare ostaggi in varie parti del mondo e per aiutare chiunque li contatti. Ovviamente alla parte d'azione, che ho trovato come al solito più ingenua e carente, si mescolano elementi romantici.


Il primo romanzo della serie racconta le vicende di Ethan Kelly, ex Navy Seal, rimasto vedovo da un anno. Quando le vicende iniziano, Ethan è ancora in piena crisi, non avendo superato la morte della moglie Rachel, deceduta in un incidente aereo durante una missione umanitaria. Anche se i fratelli cercano di spronarlo, Ethan non riesce a venirne fuori, anche perché, prima che Rachel partisse per la Colombia, lui le aveva chiesto il divorzio, corroso dalla gelosia nei confronti di uno dei suoi fratelli e non riesce a perdonarsi.


Per l'anniversario della morte di Rachel, Ethan riceve una misteriosa busta dalla Colombia, che contiene mappe, informazioni ed una foto di una prigioniera, in un posto sperduto in mezzo alla giungla, che smentirebbero la morte della donna.


Sconvolto, ma deciso a tentare qualsiasi cosa, pur di liberarla, Ethan coinvolge i fratelli in una missione rischiosa pur di riscattarla. Questa parte è decisamente quella più debole, dal punto di vista della scrittura, mentre la parte introspettiva del personaggio si rivela vincente. 


Ethan, con l'appoggio dei suoi numerosi fratelli, tra cui spicca Sam e Garret, quelli più presenti nelle dinamiche della coppia, pur avendo un posto tutto loro anche Donovan e i gemelli Joe e Kevin, riuscirà non solo a salvare Rachel, riportandola a casa, ma con pazienza e dedizione, cercherà di guarirla dai mille mali che la prigionia ha riversato su di lei.


Rachel infatti non ricorda quasi niente del suo passato e l'anno di violenze continue hanno fatto di lei una tossicodipendente, che lotterà decisa per riuscire ad impadronirsi nuovamente della sua vita e del suo matrimonio.


Ethan, invece, con dolcezza e forza, è pronto a tutto pur di sfruttare al massimo questa seconda possibilità che la vita gli ha dato, ma la verità è che il pericolo non è ancora finito e Rachel dovrà cercare di ricordare il volto del suo nemico per capire le minacce che ancora la perseguitano anche in America.


Interessante la commistione di giallo e rosa, il tentativo dell'autrice di inserire diversi personaggi, non limitando la storia ad un racconto a due. Nel complesso il libro dell Banks presenta numerosi spunti interessanti, con qualche carenza narrativa e descrittiva, ma nel complesso merita sicuramente un approfondimento. Prima o poi leggerò anche gli altri volumi.

domenica 16 settembre 2018

OUTLANDER - in attesa della quarta stagione


A differenza dell'anno precedente, in cui avevo atteso l'arrivo della nuova stagione di OUTLANDER segnandomi praticamente i giorni sul calendario, desiderando ardentemente rivedere i miei due eroi preferiti finalmente ritrovarsi, quest'anno sono stata distratta da vicende varie e in qualche modo l'attesa è stata meno pesante.

Senza neanche rendermene conto, i siti sono stati inondanti di immagini della nuova stagione, dei nuovi protagonisti entrati a far parte del cast, e il trailer della nuova stagione, in arrivo a novembre, mostrandoci stralci della storia.


A onor del vero, se non avessi letto i libri, avrei le idee piuttosto confuse dalle poche immagini che abbiamo visto, ma, con la conoscenza che ho delle vicende, mi resta un unico dubbio, guardando i trailer. Rivedremo Murtagh, da cui ci siamo separati tristemente nella stagione precedente, spedito con gli altri prigionieri in America, per saldare il suo conto con la giustizia? Questa è la grande incognita personale, guardando le poche immagini che hanno trasmesso.


Nel frattempo vediamo Claire e Jamie arrivati in America, confrontarsi con un mondo selvaggio e inesplorato, dove, per due personaggi dotati del loro carisma e della loro personalità, c'è tutto da scoprire e da inventare.


Dopo la scelta di non poter rimanere con la zia di Jamie, la famosa sorella di Dougal e Colum MacKenzie, manipolatrice non meno dei fratelli, ma soprattutto ricca proprietaria di una piantagione piena di schiavi, cosa intollerabile per una donna moderna come Claire, i nostri eroi decidono di accettare una proposta da parte del governo inglese, ovvero quella di colonizzare alcune terre inesplorate, situate sui monti, in cambio della proprietà.

Sarà una nuova vita, non certo priva di pericoli e di insidie.
Al loro fianco, come sempre, il piccolo Ian, con un nuovo e inseparabile amico, che, se assomiglierà ai libri, ameremo follemente: Rollo. Non mancano neanche Fergus e la sua giovane sposa, con le loro mille disavventure, gli indiani, i coloni, gli scontri e gli assalti.


E se sul fronte americano, Claire e Jamie lavorano per creare una piccola comunità, dove loro saranno in qualche modo un punto di riferimento, nel futuro, o nel presente, Roger e Bree si innamorano, ma il passato finirà per dividerli, riconsegnandoceli in una veste completamente nuova ed emozionante.


Non nego che aspetto la loro storia con trepidazione. Nei due romanzi da cui è tratta la quarta stagione, ovvero TAMBURI D'AUTUNNO e PASSIONE OLTRE IL TEMPO, sono sicuramente tra le coppie più interessanti, non solo per via del loro amore tormentato e ostacolato dai colpi di scena che cambiano per completo la loro vita, ma anche per quella ricerca, da parte di Bree, di quel padre mai conosciuto e di un madre persa troppo presto.


Le poche immagini rilasciate non danno molto margine a questi due personaggi, concentrandosi soprattutto sull'America pre-rivoluzionaria, con il suo mondo selvaggio, da conquistare, e che siamo pronti ad amare non meno delle altre loro avventure.


IL TRADIMENTO di Elle Kennedy


Avevo incontrato Dean nei precedenti romanzi. Era lo sbruffone e donnaiolo del gruppo, quello sempre impegnato a divertirsi con qualche ragazza, ma mai preso seriamente da qualcuna. Non si sarei mai immaginata che la sua dolce metà sarebbe stata Allie Hayes, l'amica e compagna di stanza di Hannah, l'eterna fidanzata di Sean, con il quale litigava e si riconciliava continuamente. La Kennedy, invece, in modo originale, finisce per costruire una coppia su due decisamente improbabili.


La storia ci offre un salto indietro rispetto al finale di LO SBAGLIO, dove avevamo avuto uno scorcio del futuro con Garrett e Logan proiettati in avanti e ormai giocatori professionisti, dopo l'università. Qui il tempo ritorna a fluire lungo i binari naturali. Logan e Grace si sono da poco messi insieme e nella casa dei ragazzi di hockey restano come scapoli il misterioso Tucker, che sembra avere una relazione con qualcuno, che non compare mai, e Dean, le cui conquiste, sfortunatamente, sono fin troppo esibite.


La sera in cui Allie chiama Hannah, che sta andando fuori città con Garrett, Logan e Grace, la ragazza le propone, per sfuggire alle continue chiamate di Sean, che vorrebbe farsi perdonare e rimettersi con lei, di passare il week end a casa dei ragazzi. Subito dopo Garrett e Logan tempestano di messaggi Dean, impegnato in un incontro con due splendide ragazze, perché non faccia lo stupido con Allie, pena un'atroce vendetta.


In realtà Allie e Dean, pur conoscendosi, si sono sempre evitati. Il week end che trascorrono insieme gli permette di interagire, senza le influenze degli altri e l'attrazione tra di loro esplode travolgendoli. Dean, sorpreso dalla natura appassionata di Allie, comincia a guardarla con occhi completamente diversi, ma la ragazza, decisamente contraria alle storie occasionali, cerca da quel momento di mantenere le distanze, trasformandosi in un'ossessione per Dean, che proprio non riesce a capire perché la ragazza gli sfugga.


I due, completamente diversi, quando si trovano insieme, in qualche modo funzionano e non solo per via di un'attrazione potente, ma anche perché in qualche modo si compensano. Dean è un ragazzo senza problemi, spensierato, che proviene da una famiglia che lo adora, ricchissima, che sembra proiettarlo verso un brillante futuro come avvocato, mentre Allie è una ragazza che ha conosciuto già il dolore, con la perdita precoce delle bellissima madre, e con un padre malato di sclerosi multipla, di cui lei vuole occuparsi a tutti i costi, anche al punto di rinunciare ad alcune occasioni di lavoro che la dovrebbero portare lontano.


Suo padre disapprova la storia che sta nascendo con quel tipo dall'aria ricca e spensierata, ritenendo che Dean crollerà alla prima difficoltà che la vita gli porrà davanti; i loro amici sono convinti che la storia finirà male, alterando gli equilibri della casa. Solo Dean e Allie sembrano convinti che i loro sentimenti siano forti e capaci di resistere qualsiasi tempesta, peccato che la vita, ad un certo punto, presenti a Dean un conto decisamente salto, che rischia di sconvolgere il ragazzo e di distruggere per completo la sua vita. Dovrà a quel punto davvero fare ammenda  e chiarire con se stesso quello che conta davvero e fare di tutto per riconquistarlo.


Romanzo carino, con una trama leggermente più articolata di quelle solite, con lievi punti di noia, ma da cui si riprende abbastanza bene, con le altre coppie ben inserite e il misterioso Tucker che ci deve la storia completa con Sabrina. Lettura piacevole.